La strana Madonna del piedino

Tra le iconografie più diffuse dell’arte mondiale, la Madonna con il bambino occupa un ruolo prevalente. All’interno di essa, vi è una particolare variante in cui Maria è nell’atto di tenere in mano, accarezzare o segnalare in qualunque modo uno o entrambi i piedini di Cristo infante.

Madonna piedino Masaccio pittura
Masaccio, Trittico di San Giovenale, 1422

Questa interessante proposta di lettura iconologica è stata avanzata da Adriano Drigo su Artedossier (n. 417, febbraio 2024).

Lo studioso indica come fonte letteraria il Vangelo dello pseudo-Matteo che tratta dell’infanzia di Cristo. Il testo non è riconosciuto dalla Chiesa (si tratta, appunto, di un Vangelo apocrifo) ma ebbe notevole diffusione tra gli artisti a partire dal X secolo.

La vicenda del piedino

Secondo questo testo, al rientro dalla fuga in Egitto, la Sacra Famiglia si stabilisce in un villaggio vicino il fiume Giordano. Gesù ha quattro anni e gioca sulle sponde del fiume con un sistema idraulico in miniatura che ha personalmente costruito.

Un altro bambino glielo distrugge e, in risposta, Gesù lo fa morire all’istante suscitando la sdegnata reazione degli abitanti del villaggio. Grazie all’intervento di Maria,

non volendo rattristare sua madre, [Gesù] con il suo piede destro toccò il sedere del morto
dicendogli: “Alzati, figlio iniquo. Non sei degno, infatti, di entrare nella pace di mio padre,
avendo tu mandato all’aria quanto io avevo fatto”. Allora colui che era morto risuscitò e se ne
andò.

Madonna piedino Veronese pittura
Paolo Veronese, Madonna con Bambino, santa Elisabetta, san Giovanni Battista e santa Caterina, 1565-70, Timkem Museum

Il racconto pone in evidenza il ruolo di mediatrice della Vergine presso Dio, l’unica in grado di ricondurre sui propri passi le decisioni del figlio.

Questo principio teologico, di cui si fecero portatori soprattutto i frati predicatori degli ordini minori, fu efficacemente reso in ambito artistico mettendo in risalto il piede del bambinello.

Che sia il piede destro o sinistro, poca importa ai fini artistici: l’interscambiabilità si può giustificare con l’utilizzo di specchi, disegni a ricalco o in controparte nella fase di produzione dell’opera.

Madonna piedino Tiziano pittura
Nella Pala Pesaro (1519-26) di Tiziano, ubicata nella chiesa veneziana di Santa Maria dei Frari, Maria acchiappa il piede destro del Bambinello che rivolge le sue attenzioni proprio verso San Francesco d’Assisi il cui ordine si fece portatore della spiegazione teologica del racconto appena descritto
Raffaello, piccola Madonna Cowper, 1504-05, National Gallery of Art, Washington

Lascia un commento